“Mappa (fu)turistica sulla festa di San Bernardino” Geo Connessioni Locali. Ieri, oggi e domani. Tutti a Iscol@ 2016

Mappa (fu)turistica sulla festa di San Bernardino

 

La “Mappa (fu)turistica sulla festa di San Bernardino” è nata nel corso del laboratorio Geo Connessioni Locali. Ieri, oggi e domani, realizzato dalla nostra associazione in collaborazione con l’associazione InMediazione (cinema e teatro con finalità sociali), nell’ambito del progetto Tutti a Iscol@ con i bambini delle classi 4^ e 5^della scuola primaria di Mogoro – Istituto comprensivo di Mogoro.
La linea B del progetto Tutti a Iscola è una misura dell’Assessorato alla Pubblica Istruzione della Regione Sardegna per contrastare l’abbandono scolastico.

Il laboratorio, della durata di 48 ore, ha visto impegnati 14 bambini, cinque insegnanti e 6 operatori delle due associazioni coinvolte. Nei tre mesi di attività che hanno visto impegnati i bambini è stata realizzata una mappa interattiva tramite uMap, un’applicazione che permette di creare mappe, che fanno uso di OpenStreetMap (la wikipedia delle mappe) come sfondo.

Le informazioni cartografiche del progetto e la piattaforma OpenStreetMap sono state debitamente arricchite da due diversi mapping sul campo svolti dai bambini con smartphone e taccuini. Durante il primo mapping, il pomeriggio prima della festa – il 19 maggio – i bambini hanno mappato il paese ed i suoi luoghi di interesse: aree verdi, piazze, panchine, luoghi di ritrovo, case antiche, fotografie e murales presente lungo la strada principale. Nel secondo mapping, il giorno della festa del patrono – il 20 maggio – i bambini hanno mappato tutti i particolari che trasformano il paese in un teatro coloratissimo e profumato: gli arazzi appesi alle pareti o alle finestre delle case, le decorazioni dei vari rioni, i tappeti di piante e fiori sparsi per le strade ed i tanti, tantissimi fedeli che ogni anno accorrono nel centro della Marmilla per Santu Brenardinu. 

wp_mappa_sanbernardino

Dall’attenta osservazione del paese nel giorno più sentito dai mogoresi è nata anche una mappa cartacea, all’interno della quale sono stati riprodotti alcuni luoghi simbolo della festa di San Bernardino.

Mappa (fu)turistica sulla festa di San Bernardino)

(clicca sull’immagine per navigare sulla mappa)

All’interno della mappa interattiva invece sono state inserite le immagini della festa, scattate dai bambini durante la processione; dei timelapse di alcuni momenti della processione e 7 video-racconti che narrano l’incontro dei bambini della classi 4^ e 5^ con BK444, un bimbo del futuro arrivato a Mogoro per caso – il giorno della festa – e impegnato in una mappatura dell’universo alla scoperta delle antiche tradizioni che ormai, sul suo pianeta, nessuno si ricorda più. Il viaggio di BKK444 con i nostri piccoli protagonisti, a bordo di una fantascientifica astronave, si snoda tra i luoghi simbolo del paese e della processione della festa di San Bernardino: la chiesa di Sant’Antioco, il rione S’Ecca Matteddu, Su Sticcau, la piazza Giovanni XXIII, la chiesa di San Bernardino e Su Stradoni (oggi via Gramsci). I video nascono da una serie di attività teatrali che hanno aiutato i bambini nella recitazione: parlare davanti agli altri e ad una telecamera, esprimere le proprie emozioni attraverso la gestualità e le espressioni del viso. Un mini laboratorio a cura di un interprete professionista ha messo in contatto i bambini con la LIS (Lingua dei Segni Italiana) e ne è nato un breve video di benvenuto per persone sorde e segnanti. Come per la Mappa alla scoperta di Barumini, anche in questo caso ogni video-storia è stata recitata e ripresa su un set chroma key sul quale in fase di montaggio, stavolta, sono state inserite le riprese della processione ed alcuni dei momenti più partecipati della mattina di festa del 20 maggio.

Venite con noi, vi accompagneranno tra i colori e i profumi di una delle feste più amate dai mogoresi!

loghi_mogoro_3

“Mappa alla scoperta di Barumini” Geo Connessioni Locali. Ieri, oggi e domani. Tutti a Iscol@ 2016

La “Mappa alla scoperta di Barumini” è nata nel corso del laboratorio Geo Connessioni Locali. Ieri, oggi e domani, realizzato dalla nostra associazione in collaborazione con l’associazione InMediazione (cinema e teatro con finalità sociali), nell’ambito del progetto Tutti a Iscol@ con i bambini della 4^ classe della scuola primaria di Barumini – Istituto comprensivo di Villamar.
La linea B del progetto Tutti a Iscola è una misura dell’Assessorato alla Pubblica Istruzione della Regione Sardegna per contrastare l’abbandono scolastico.

Il laboratorio, della durata di 48 ore, ha visto impegnati 14 bambini, due insegnanti scolastici e ben 6 operatori delle due associazioni coinvolte. Nei tre mesi di attività che hanno visto impegnati i bambini di 4^ è stata realizzata una mappa interattiva tramite uMap, un’applicazione che permette di creare mappe, che fanno uso di OpenStreetMap (la wikipedia delle mappe) come sfondo. Le informazioni cartografiche del progetto e la piattaforma OpenStreetMap sono state debitamente arricchite dal mapping sul campo dei bambini che armati di smartphone e taccuini hanno mappato i nomi delle vie, la segnaletica, gli arredi pubblici, le aree verdi, i punti informativi ed ogni luogo riconosciuto di interesse culturale per il paese. 

(clicca sull’immagine per navigare sulla mappa)

All’interno della mappa 7 video-racconti nati dall’attività teatrale che ha fornito ai neo-attori i primi rudimenti della recitazione: parlare davanti ad una telecamera, esprimere le emozioni attraverso la gestualità e le espressioni del viso. Un mini laboratorio a cura di un interprete professionista ha messo in contatto i bambini con la LIS (Lingua dei Segni Italiana) e ne è nato un breve video di benvenuto per persone sorde e segnanti. Ogni video-storia è stata recitata e ripresa su un set chroma key sul cui telo verde, in fase di montaggio, hanno preso vita le facciate dei monumenti di Barumini, rielaborati per l’occasione con carta, colori e oggetti di riutilizzo secondo una visione della realtà frutto della fantasia dei bambini! Nei brevi video i nobili antenati baruminesi Don e Donna Zapata raccontano a dei bambini moderni di un passato millenario e prezioso che ancora si conserva in tutta la sua bellezza, e che ci racconta di un paese vivo che vuole promuoversi e raccontarsi anche oltre i confini di casa. Su Nuraxi e il centro di documentazione “Giovanni Lilliu”; la chiesa di Santa Tecla e il Museo delle Launeddas; la Casa Zapata e la chiesa dell’Immacolata Concezione; l’ex convento e la chiesa di San Francesco ed infine la stessa scuola, che è punto d’arrivo e di partenza di questo viaggio e che vuole essere il cuore pulsante di un territorio ricco di storia.

Venite con noi alla scoperta di Barumini!

“Tutti a Iscol@ 2016” _ Geo Connessioni Locali tra Barumini e Mogoro per raccontare il territorio

Sardinia Open Data e InMediazione sono liete di presentarvi il laboratorio Geo Connessioni Locali per le scuole primare nato nell’ambito di “Tutti a Iscol@”, il progetto dell’Assessorato alla Pubblica Istruzione della Regione Sardegna per contrastare l’abbandono scolastico.

Il laboratorio Geo Connessioni Locali (ieri, oggi e domani) è un progetto che prevede attività di mappatura e creazioni video con l’intento di far scoprire ai bambini le storie ed i luoghi del proprio paese e raccontarne in parallelo il passato, il presente e le idee per il prossimo futuro.

Come è cambiato l’uso degli spazi nel corso del tempo?
Com’era la vita quando i nonni erano bambini e com’è la vita dei bambini oggi in quegli stessi luoghi?
Le feste e le tradizioni del passato resistono ancora oggi? Quanto sono cambiate?
Cosa immaginano i bambini nel futuro del loro paese?

gcl

L’idea è quella di creare un percorso turistico-culturale alla scoperta del territorio che ripercorra gli spazi ed i luoghi di maggior interesse e che scorra in parallelo tra le storie del passato, del presente e le idee per il futuro, secondo una prospettiva meno “adulta” e più legata alle necessità e ai sogni dell’infanzia.

Per questa edizione 2016 di Tutti a Iscol@ stiamo lavorando nei paesi di Barumini e Mogoro. In entrambi i casi i piccoli partecipanti sono bambini dagli 8 ai 10 anni, frequentanti le classi 4^ e 5^ delle rispettive scuole primarie.

Continua a leggere

OSM mapping meetings 2016 (3^ edizione) – 5xMilleMappe

5xmm-articoloÈ primavera e Sardinia Open Data vi invita a partecipare ad uno degli appuntamenti più cool del volontariato cagliaritano, i mapping meetings!

Si tratta di incontri informali che hanno come scopo principale far conoscere lo strumento di mappatura partecipata OpenStreetMap. L’appuntamento con i mapping meetings è per ogni giovedì a partire dal 7 aprile, dalle 19 alle 20.30 al coworking Hub/Spoke, in via Roma 235 a Cagliari.
L’edizione 2016 rientra nel progetto 5xMilleMappe, una proposta di attività finanziata dal bando 5xMilleIdee della Rete Iside Onlus e programmato su un arco di 5 mesi, con attività di mappatura e formazione in collaborazione con associazioni e gruppi di cittadini.

Le attività pratiche si svolgeranno ad aprile, maggio e giugno (con un evento finale a settembre) e sono dedicate a chi si vuole avvicinare per la prima volta al mondo delle mappe libere o a chi è già un “mappatore” esperto e vorrebbe condividere la propria esperienza. Continua a leggere

Cagliari Open Data Day 2016


Sabato 5 marzo 2016 , dalle 9 alle 13 al Lazzaretto (via dei Navigatori snc) di  Cagliari, si terrà il “Cagliari Open Data Day 2016” la quarta edizione della manifestazione dedicata alla diffusione della cultura dei dati aperti.

L’iniziativa, in contemporanea internazionale con oltre 200 eventi in giro nel mondo, è organizzata dal Circolo dei Giuristi telematici in collaborazione con il Gulch (Gruppo Utenti Linux Cagliari), e, per la prima volta, con il Crs4 (Centro di Ricerca, Sviluppo e Studi Superiori in Sardegna).
Al centro della giornata 2016, patrocinata dal Comune di Cagliari e dalla Regione Sardegna, un hackathon: gli studenti e tutti i cittadini di diverse fasce di età che vogliono lavorare direttamente sui dati della Pubblica amministrazione o semplicemente guardare e socializzare con chi lo fa.


La manifestazione può essere seguita sui social media con l’hashtag #ODD16. Per l’evento di Cagliari si può usare anche #ODD16CA.

Per info è attivo un evento facebook a questo indirizzo.

Buon Open data day!

 

A Cagliari arriva Wikinusa dove le comunità Wikimedia e OpenStreetMap si incontrano.

TTecnologico

Wikimedia Italia e Sardinia Open Data organizzano il 24 febbraio a Cagliari, presso il Caffè Dettori in Via Napoli 75/A dalle 19.30, Wikicnusa un appuntamento dedicato agli appassionati di Wikipedia e OpenStreetMap per festeggiare i primi 15 anni dell’enciclopedia libera più grande del mondo!.

Il 15 Gennaio Wikipedia ha festeggiato i suoi primi 15 anni e nelle varie sedi locali si sono organizzati diversi eventi destinati a far conoscere le attività e i progetti in cui è coinvolta l’associazione no-profit Wikimedia Italia. Con un pò di ritardo anche in Sardegna si festeggerà tale ricorrenza e sarà anche l’occasione per presentare le attività di Wikimedia Italia e il nuovo coordimento regionale con Simone Cortesi, vicepresidente Wikimedia Italia e Anna Maria Marras coordinatrice area musei della Sardegna di Wikimedia Italia.

L’evento sarà anche l’occasione per parlare di open data, mappe, GLAM e strumenti per la condivisione della conoscenza e ragionare insieme sulla…

View original post 14 altre parole

Wikinusa a Cagliari. Le comunità Wikimedia e OpenStreetMap si incontrano.

Wikinusa libera per tutti!

10399356_973861512690631_7338759718709858187_n

Il 24 febbraio a Cagliari presso il Caffè Dettori di Via Napoli 75/A (quartiere Marina – h.19:30) gli appassionati di Wikipedia e OpenStreetMap festeggeranno insieme i primi 15 anni dell’enciclopedia libera più grande del mondo!

Vi invitiamo tutti a partecipare, mappatori e wikipediani professionisti ma anche semplici interessati al mondo delle piattaforme libere e della cultura della condivisione. Sarà l’occasione per parlare di  open data, mappe, strumenti per la condivisione della conoscenza e ragionare insieme sulla necessità di creare una comunità sempre più consapevole e collaborativa!

La partecipazione è ovviamente gratuita, ti inviatimo comunque ad iscriverti nell’evento Facebook qui, oppure su Eventbrite qui, così da poterci organizzare meglio.
Wikinusa libera per tutti, vi aspettiamo!

Selezione_004.png