Verso gli OSM Mapping Meetings di Sardinia Open Data: #4: Uchaguzi 2013, la crowdmap che previene le violenze

Uchaguzi

La nostra associazione promuove progetti di mappatura collettiva per OpenStreetMap, attraverso il coordinamento di un gruppo di volontari al fine di aiutare la mappatura di un territorio appartenente alle zone disagiate del nostro pianeta. Chiunque volesse partecipare al progetto, può ottenere maggiori informazioni visitando questa pagina.

Negli articoli precedenti abbiamo visto come l’uso di OpenStreetMap possa risultare estremamente utile per monitorare le elezioni, mappare crisi politiche e disastri naturali, o anche individuare e monitorare risorse locali per valorizzare il proprio territorio. Ma nella pratica, quali sono gli esempi di utilizzo delle mappe per affrontare questo tipo di problematiche? Continua a leggere

Verso gli OSM Mapping Meetings di Sardinia Open Data: 3# Il Progetto EUROSHA

eurosha

La nostra associazione promuove progetti di mappatura collettiva per OpenStreetMap, attraverso il coordinamento di un gruppo di volontari al fine di aiutare la mappatura di un territorio appartenente alle zone disagiate del nostro pianeta. Chiunque volesse partecipare al progetto, può ottenere maggiori informazioni visitando questa pagina.

Il Progetto EUROSHA  è un progetto dell’Unione Europea, precisamente della Direzione Generale della Protezione Civile e Aiuto Umanitario (DG ECHO). L’ intento è quello di  creare un corpo di volontari d’Aiuto Umanitario per meglio rispondere alle crisi umanitarie sempre più frequenti, nello specifico per una più efficace  gestione delle informazioni riguardanti il settore umanitario, di prevenzione e gestione delle crisi umanitarie. Continua a leggere

Verso gli OSM Mapping Meetings di Sardinia Open Data: 2# Il webmapping – OSM e altri sistemi

articoloLa nostra associazione promuove progetti di mappatura collettiva per OpenStreetMap, attraverso il coordinamento di un gruppo di volontari al fine di aiutare la mappatura di un territorio appartenente alle zone disagiate del nostro pianeta. Chiunque volesse partecipare al progetto, può ottenere maggiori informazioni visitando questa pagina.

L’importanza di ricostruire un territorio attraverso sistemi di mapping nel web rappresenta un’esigenza primaria. E’ importante mappare una data area per conoscerne le risorse, siano esse ambientali, energetiche, produttive. E’ importante analizzare un territorio per pianificare al meglio un intervento umanitario, individuando i nodi di debolezza e di forza dello stesso. Continua a leggere

Verso gli OSM Mapping Meetings di Sardinia Open Data: #1 Cosa è OpenStreetMap?

La nostra associazione promuove progetti di mappatura collettiva per OpenStreetMap, attraverso il coordinamento di un gruppo di volontari al fine di aiutare la mappatura di un territorio appartenente alle zone disagiate del nostro pianeta. Chiunque volesse partecipare al progetto, può ottenere maggiori informazioni visitando questa pagina.

Per chi ancora non conoscesse OpenStreetMap, (per gli amici OSM) chiariamo subito che si tratta di un progetto di cartografia libera il cui scopo è quello di realizzare una mappa dell’intero pianeta.
In pratica è la Wikipedia delle mappe, un grande database nel quale chiunque può dare il proprio contributo inserendo nuove strade, modificando toponimi, correggendo eventuali errori. Insomma un progetto collaborativo e collettivo al pari della famosissima Enciclopedia Libera.
L’idea della realizzazione di questa piattaforma è nata in risposta alle limitazioni dovute al diritto d’autore delle mappe proprietarie che si trovano su internet. OSM, contrariamente a queste, offre i suoi contenuti tramite licenze libere che incentivano l’uso, la modifica e il riutilizzo di tutte le informazioni. Continua a leggere

OSM Mapping Meetings

OSMLa nostra associazione promuove progetti di mappatura collettiva per OpenStreetMap, attraverso il coordinamento di un gruppo di volontari al fine di mappare un territorio particolare o migliorare la mappatura per un particolare argomento di interesse.
Questa nostra iniziativa è il risultato della nuova collaborazione tra la Sardinia Open Data e il Team  HOT.

L’ Humanitarian OpenStreetMap Team [HOT] è una iniziativa internazionale finalizzata all’applicare i principi e i valori Open Source e Open Data per dare una risposta concreta alle problematiche di carattere umanitario e di sviluppo economico.
Aderire e aiutare il progetto Hot rappresenta una grande opportunità di crescita per diverse ragioni.

Prima di tutto perché attraverso l’utilizzo di OpenStreetMap siamo in grado di colmare le lacune inerenti alle informazioni geografiche nei paesi in via di sviluppo e dare quindi un enorme contributo alle azioni umanitarie  nell’affrontare le varie calamità e crisi politiche, lavoro estremamente importante alla luce dei disastri naturali degli ultimi anni.

In secondo luogo, perché abbiamo la possibilità di migliorare le nostre capacità, espandere il nostro raggio di collaborazione e dare un segnale alla comunità internazionale.

Terzo abbiamo l’opportunità di  promuovere i valori dell’ Open Data e mostrare quanto sia importante, produttivo e utile questo tipo di approccio nell’affrontare anche le tematiche più delicate e spinose. 

Abbiamo deciso quindi di  partecipare a questo progetto, offrendo il nostro contributo e seguendo le direttivedell’ HOT Tasking Manager.  Il Tasking Manager è uno strumento che divide le varie regioni geografiche in una griglia e permette di scegliere una zona su cui lavorare. Pensiamo sia un ottimo modo per iniziare, per utilizzare in modo ancora più utile OpenStreetMap, e inoltre di essere coinvolti con la comunità OSM internazionale.

Per garantire che questa nostra collaborazione sia efficace e produttiva, abbiamo bisogno di volontari, ai quali offriamo una formazione di base nel processo di mappatura attraverso OpenStreetMap.
Se siete interessati e ci volete dare una mano, compilate questo modulo, o per maggiori informazioni contattateci via e-mail.