il 1° giugno “Mappaxi!” Il primo mapping party a Cagliari

stampaxiSCALED_definitivo

Il 1° giugno 2013 alle 9:30 ci  ritroveremo nelle scalinate di Sant’Anna a Stampace per dar via al primo OpenStreetMap Mapping party cagliaritano. L’oggetto del nostro primo Mapping Party  è il quartiere storico di Stampace  già al centro delle iniziative di Stampaxi+ di Sardarch.

Cos’è OpenStreetMap?

OpenStreetMap (abbreviato OSM) è un progetto che punta a creare e fornire dati cartografici (ad esempio mappe stradali) liberi e gratuiti a chiunque ne abbia bisogno. Il progetto è stato lanciato perché la gran parte delle mappe che potresti pensare essere gratuite hanno invece restrizioni legali o tecniche al loro uso, restrizioni che  impediscono alle persone l’ uso per scopi produttivi, creativi ed altro (maggiori informazioni in questo articolo).

In cosa consiste un mapping party?

Il Mapping Party è un evento durante il quale appassionati o semplici curiosi  si riuniscono in un determinato luogo  per mapparlo. Si tratta di un evento altamente sociale dove le persone si incontrano e si confrontano, intervallando sessioni di mapping vero e proprio. Continua a leggere

Annunci

L’utilizzo del HOT Tasking Manager

  101_1315Nel contesto del nostro progetto OSM Mapping Meetings, incontri informali durante i quali con il prezioso ausilio di un gruppo di volontari portiamo avanti il nostro progetto di mappatura collettiva tramite OpenStreetMap, abbiamo deciso di dare una mano ai progetti portati avanti dalla HOT  (Humanitarian OpenStreetMap Team ). HOT è una ONG che rappresenta un ponte di collegamento tra il mondo umanitario e mondo dell’open mapping e si occupa, tra le varie attività, di cartografia libera delle zone di crisi umanitaria. Attraverso una piattaforma, il Tasking Manager l’HOT coordina la mappatura OSM di queste zone di crisi, permettendo a qualunque utente di poter contribuire alle diverse cause. Continua a leggere

OSM Mapping Meetings: un primo bilancio


Openstreetmap_sodSiamo ormai giunti ad una fase avanzata dei nostri OSM Mapping Meetings, incontri informali durante i quali con il prezioso ausilio di un gruppo di volontari portiamo avanti il nostro progetto di mappatura collettiva tramite OpenStreetMap.
Abbiamo iniziato a riunirci il 12 febbraio 2013 e da allora, con un appuntamento settimanale, abbiamo quasi ininterrottamente proseguito il nostro percorso di mappatura in un clima assolutamente informale e allegro.
La curiosità, la disponibilità e la voglia di imparare delle persone che insieme a noi hanno deciso di mettersi in gioco, ha fatto emergere l’interesse per un argomento innovativo e utile che ha in se grandi potenzialità.
Sin dal nostro primo incontro ci siamo avvalsi della partecipazione di Carlo Zucca con il quale abbiamo introdotto le prime nozioni relative all’uso di OpenStreetMap, mettendo in luce l’importanza dell’utilizzo di uno strumento di cartografia libera le cui informazioni provengono interamente dai contributi dei singoli utenti è che quindi ha nella collaborazione e nel sapere partecipato i suoi caratteri distintivi nonché i veri punti di forza.
Continua a leggere

Verso gli OSM Mapping Meetings di Sardinia Open Data: #4: Uchaguzi 2013, la crowdmap che previene le violenze

Uchaguzi

La nostra associazione promuove progetti di mappatura collettiva per OpenStreetMap, attraverso il coordinamento di un gruppo di volontari al fine di aiutare la mappatura di un territorio appartenente alle zone disagiate del nostro pianeta. Chiunque volesse partecipare al progetto, può ottenere maggiori informazioni visitando questa pagina.

Negli articoli precedenti abbiamo visto come l’uso di OpenStreetMap possa risultare estremamente utile per monitorare le elezioni, mappare crisi politiche e disastri naturali, o anche individuare e monitorare risorse locali per valorizzare il proprio territorio. Ma nella pratica, quali sono gli esempi di utilizzo delle mappe per affrontare questo tipo di problematiche? Continua a leggere

Verso gli OSM Mapping Meetings di Sardinia Open Data: 3# Il Progetto EUROSHA

eurosha

La nostra associazione promuove progetti di mappatura collettiva per OpenStreetMap, attraverso il coordinamento di un gruppo di volontari al fine di aiutare la mappatura di un territorio appartenente alle zone disagiate del nostro pianeta. Chiunque volesse partecipare al progetto, può ottenere maggiori informazioni visitando questa pagina.

Il Progetto EUROSHA  è un progetto dell’Unione Europea, precisamente della Direzione Generale della Protezione Civile e Aiuto Umanitario (DG ECHO). L’ intento è quello di  creare un corpo di volontari d’Aiuto Umanitario per meglio rispondere alle crisi umanitarie sempre più frequenti, nello specifico per una più efficace  gestione delle informazioni riguardanti il settore umanitario, di prevenzione e gestione delle crisi umanitarie. Continua a leggere

Verso gli OSM Mapping Meetings di Sardinia Open Data: 2# Il webmapping – OSM e altri sistemi

articoloLa nostra associazione promuove progetti di mappatura collettiva per OpenStreetMap, attraverso il coordinamento di un gruppo di volontari al fine di aiutare la mappatura di un territorio appartenente alle zone disagiate del nostro pianeta. Chiunque volesse partecipare al progetto, può ottenere maggiori informazioni visitando questa pagina.

L’importanza di ricostruire un territorio attraverso sistemi di mapping nel web rappresenta un’esigenza primaria. E’ importante mappare una data area per conoscerne le risorse, siano esse ambientali, energetiche, produttive. E’ importante analizzare un territorio per pianificare al meglio un intervento umanitario, individuando i nodi di debolezza e di forza dello stesso. Continua a leggere

Verso gli OSM Mapping Meetings di Sardinia Open Data: #1 Cosa è OpenStreetMap?

La nostra associazione promuove progetti di mappatura collettiva per OpenStreetMap, attraverso il coordinamento di un gruppo di volontari al fine di aiutare la mappatura di un territorio appartenente alle zone disagiate del nostro pianeta. Chiunque volesse partecipare al progetto, può ottenere maggiori informazioni visitando questa pagina.

Per chi ancora non conoscesse OpenStreetMap, (per gli amici OSM) chiariamo subito che si tratta di un progetto di cartografia libera il cui scopo è quello di realizzare una mappa dell’intero pianeta.
In pratica è la Wikipedia delle mappe, un grande database nel quale chiunque può dare il proprio contributo inserendo nuove strade, modificando toponimi, correggendo eventuali errori. Insomma un progetto collaborativo e collettivo al pari della famosissima Enciclopedia Libera.
L’idea della realizzazione di questa piattaforma è nata in risposta alle limitazioni dovute al diritto d’autore delle mappe proprietarie che si trovano su internet. OSM, contrariamente a queste, offre i suoi contenuti tramite licenze libere che incentivano l’uso, la modifica e il riutilizzo di tutte le informazioni. Continua a leggere